L’obiettivo principale CEC è quello di monitorare i cambiamenti nella criosfera alpina. Inoltre è responsabile della supervisione di tutte le reti di monitoraggio nazionali a lungo termine riguardanti lo studio della criosfera.di più

Immagine: NASA Earth Observatory, Jesse Allen and Robert Simmondi più

La rete Svizzera integrale di osservazioni sulla criosfera tratta principalmente le seguenti sezioni:

La commissione è responsabile della documentazione e dell’elaborazione scientifica dei dati raccolti i quali sono a loro volta validati dalle reti di monitoraggio. Oltre a produrre serie di dati attendibili per la ricerca scientifica, la commissione fornisce dati già elaborati nel campo della politica, dell’economia e per il pubblico. I dati raccolti sono molto importanti, potendo essere utilizzati per la diagnosi precoce di possibili cambiamenti climatici nella regione alpina.


Eventi, Notizie, Pubblicazioni

Vista con il drone del ghiacciaio roccioso di Val da l’Aqua (Parco Nazionale Svizzero, Zernez)

I ghiacciai rocciosi dell’Engadina sono uno dei 100 siti del patrimonio geologico globale

100 siti geologici di tutto il Globo sono stati selezionati dall’Unione Internazionale di Scienze Geologiche (UISG/IUGS) quali elementi di riferimento per la loro importanza nella comprensione del Pianeta Terra e

Immagine: A. Cicoria
montagne letto del torrente paesaggio fluviale

Siccità: il Consiglio federale vuole un sistema nazionale di individuazione precoce e di allerta

La Svizzera intende colmare un’importante lacuna nel settore dei pericoli naturali. In considerazione dei periodi di siccità sempre più frequenti, il Consiglio federale vuole allestire un sistema di individuazione precoce

Immagine: M. Bolliger
Mesure de résistivité électrique du sol effectuée au Stockhorn (VS, 3'400 m asl.)

Refroidissement superficiel du pergélisol en suisse

Au cours de l’année hydrologique 2021, les mesures à long terme du pergélisol dans Alpes suisses présentent un constat différent selon la profondeur: Des conditions atmosphériques plus froides ont entraîné

Immagine: C. Mollaret